Via Matteotti, la Sanremo moderna

Scopri la via Matteotti, celebre via dello shopping e di punti di interesse come il Museo Civico, Palazzo Borea d’Olmo e il Cinema Centrale.
Leggi l’itinerario turistico che segue.

Il mitico Teatro Ariston a Sanremo - Foto APT RdF

La via dello Shopping e della Dolce Vita

Il centro moderno di Sanremo comincia da Corso Matteotti, la via più elegante della città, la strada preferita per lo shopping e il passeggio. Tracciato a metà Ottocento venne intitolato a Vittorio Emanuele II, re dell’unità d’Italia, e solo in un secondo tempo – precisamente nel dopoguerra – a Giacomo Matteotti segretario del partito socialista (ucciso nel 1924).

All’inizio del corso una lapide posta sopra la facciata di un palazzo celebra il soggiorno di Umberto e Amedeo di Savoia (1857). Proseguendo nella passeggiata, che offre in abbondanza boutiques, bar e ristoranti, s’incontra al civico 143 Palazzo Borea d’Olmo la più bella tra le antiche dimore private della città.

Palazzo Borea d’Olmo e il Museo Civico

Il palazzo appartiene da cinque secoli ai Borea, famiglia di origine veneta (il nome Borea evoca la bora, vento forte che spazza il mare Adriatico) divenuti marchesi d’Olmo sotto i Savoia, poi baroni durante l’impero napoleonico e infine duchi col regno d’Italia. In questa dimora soggiornarono in qualità di ospiti dei Borea, diversi personaggi illustri: dalla regina Elisabetta di Spagna (1714) al re Carlo Emanuele III (1746) al papa Pio VII (1814) al principe Filippo di Edimburgo (1948).

La decorazione a stucco della facciata è di epoca barocca, i portali sono cinquecenteschi. Quello che si affaccia su corso Matteotti è sormontato da una statua della Madonna col Bambino (1550 circa) opera di Montorsoli, allievo del Michelangelo. In fondo all’atrio campeggia lo stemma della famiglia Borea.

Al piano nobile, l’unico aperto al pubblico, ha sede il Museo Civico di Sanremo. Le volte delle sale hanno affreschi tardosecenteschi di Giovanni Battista Merano. Il museo presenta tre sezioni: le sale archeologiche, il lascito del poeta Laurano composto da dipinti e incisioni, e i cimeli garibaldini della collezione appartenuta alla nobildonna inglese Caroline Phillipson, vissuta a Sanremo, amica di Garibaldi.

Cinema Centrale

All’incrocio di corso Matteotti con via Faraldi e corso Mombello si trova il Cinema Centrale, inaugurato nel 1924, costruito e decorato però alla maniera dei teatri settecenteschi. Conserva la facciata in stile déco, ed è consigliato pagare il biglietto per accedere alla sala interna affrescata nella volta con un allegoria di Sanremo trionfante e un corteo di ninfe e centauri.

Realizzato alla fine degli anni Venti il Tabarin del Centrale è stato restaurato ed ha dipinti e statue da vedere. Al civico 212 si trova infine ilcinema teatro Ariston celebre sede del Festival della canzone italiana.


  • 10.1°C
    Feels like 10.1°C
    Clear

    Today:
    17°C / 9°C
    Tomorrow Tuesday Wednesday
    18° / 8° 18° / 9° 19° / 10°


    Data powered by

     
  • Iscriviti alla newsletter

    Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica per ricevere la nostra newsletter!
    Nome:
    E-mail:
    Lingua: