Dopo la vittoria a Sanremo, il gruppo musicale rock italiano ha conquistato anche il palco di Rotterdam Ahoy uscendo vincitore della 65ª edizione dell’Eurovision Song Contest.
Il 2021 è stato l’anno dei Måneskin che con il brano Zitti e buoni hanno ottenuto un successo europeo irripetibile.

I Måneskin con il trofeo del Festival di Sanremo – 6 marzo 2021

I Måneskin sono riusciti a riportare la vittoria italiana dell’Eurovision dopo 31 anni: sono infatti i terzi artisti italiani a vincere la competizione europea musicale più famosa dell’anno dopo Gigliola Cinquetti nel 1964 e Toto Cutugno nel 1990.

Damiano, Victoria, Ethan e Thomas anno vinto tutto quello che c’era da vincere in questo 2021. Il Festival di Sanremo la prima settimana di marzo e, la scorsa notte, l’Eurovision Song Contest. La loro canzone Zitti e buoni racchiude tutta la loro energia, la loro libertà, la loro rivoluzione e la loro passione per la musica. La canzone è stata senza ombra di dubbio la migliore della lunga serata musicale olandese. Gli artisti italiani non hanno solamente rappresentato il loro paese, hanno riproposto con originalità il genere musicale della seconda metà del Novecento: il rock.

“Rock’n’roll never dies”

Il rock’and’roll non morirà mai. Così Damiano, il carismatico frontman e cantante dei Måneskin, ha commentato a caldo la vittoria all’Eurovision Song Contest con il brano Zitti e buoni sul palco dell’Ahoy Arena di Rotterdam.
Nell’esibizione finale, con il trofeo in mano, la band ha cantato nuovamente la canzone vincitrice ma stavolta senza censurare le parolacce che erano state tolte come richiesto dal regolamento europeo. È stato un atto di ribellione consona al loro stile di vita “fuori di testa”, proprio come Damiano canta nella strofa del ritornello.
I componenti della band sono infatti la rappresentazione della rivoluzione giovanile e hanno fatto della loro passione un messaggio per l’intera popolazione, non solo quella italiana ma anche quella europea. Il loro modo di uscire fuori dagli schemi li ha portati ad avere un enorme successo e non solo a livello nazionale. Il loro stile e il loro atteggiamento riflettono il loro modo di essere e di rapportarsi con il mondo esterno.

L’ultima esibizione sul palco di Rotterdam

I Måneskin hanno vinto grazie al voto popolare. Il verdetto delle giurie nazionali, dove contano più la geopolitica e le alleanze fra le delegazioni, aveva messo la band romana fuori dal podio: soltanto al quarto posto. È stato il televoto a ribaltare la graduatoria finale e a garantire il loro primo posto a cospetto della cantautrice francese Barbara Pravi che, offesa dalla sconfitta, ha pure accusato Damiano di aver fatto uso di cocaina in diretta televisiva.

“Non so davvero come spiegarlo, ma è una sensazione incredibile. Ci sentiamo come se tutto quello che abbiamo fatto dal giorno in cui ci siamo incontrati e dal giorno in cui abbiamo iniziato a suonare per strada ha davvero senso e ne vale la pena”, ha dichiarato il cantante della band, Damiano David, durante la conferenza stampa al termine della premiazione.

“Penso che questo evento abbia significato molto per molte persone perché ha dato la possibilità di lavorare a molte persone che non hanno potuto farlo quest’anno e forse ha reso felici alcune persone seguendoci da casa e trasmettendo di nuovo l’energia di un concerto dal vivo”, ha spiegato Victoria De Angelis.