Villa Nobel

Tra le più belle ville e giardini di Sanremo, Villa Nobel è un esempio di architettura moresca, circondata da un immenso parco. Qui vi abitò il famoso scienziato Nobel. Da visitare.

Una veduta della Villa Nobel a Sanremo - Foto APT RdF

Storia di Villa Nobel

Lungo corso Cavallotti emerge Villa Nobel, edificio ottocentesco in stile moresco e con decorazioni tipiche del rinascimento veneziano.

La villa Nobel di Sanremo fu costruita esattamente nel 1874, subì un restauro nel 1892, è circondata da un bellissimo parco e appartiene alla Provincia di Imperia che ne cura il restauro iniziato nel 1993. Ma deve il suo nome al famoso scienziato svedese, inventore della dinamite, che la definì il mio nido e vi abitò in solitudine per 6 anni (1890-1896).

Qui Nobel lavorò a numerosi brevetti e ideò il famoso testamento che attribuisce a tutt’oggi un premio, etico morale e non ultimo anche economico, a coloro che più abbiano contribuito al benessere dell’umanità, il famoso Premio Nobel.

Parco di Villa Nobel e interni

Il parco che circonda l’edificio un tempo si estendeva sino al mare e comprende diverse piante pregiate, tra cui l’altissima Cupressus macrocarpa, di origine californiana sotto il quale è sistemato un cannone di fabbricazione Bofors, anno 1883, usato anche da Nobel per i suoi esperimenti sulla gittata delle armi.

All’interno la villa si suddivide così: al piano seminterrato c’è il laboratorio Nobel con fotografie che illustrano la storia e la tecnica dei principali esperimenti; al piano terreno una sala conferenze decorata con affreschi in stile pompeiano; al primo piano lo studio dello scienziato.

Vita dello scienziato Nobel a Sanremo

In Sanremo e particolarmente in questa villa, Nobel trovò il luogo ideale e adatto per le sue ricerche. Giunse in città nel 1890 ma l’atto di acquisto della casa, detta villa Patrone, presso il notaio Balestrieri porta la data del 25 aprile 1891.

Colpirono lo scienziato l’eleganza delle forme e la sveltezza della linee portanti della palazzina realizzata a levante dell’abitato e la sua stretta e rigorosa adempienza alle regole dell’arte, perché era eretta su un ampio terreno disposto a giardino con piante, aveva i candelabri a gas e due pozzi con relative pompe.

Lo scienziato condusse sempre vita riservata, passando quasi inosservato alla maggior parte dei sanremesi, e perseverò nei suoi studi assillato però da frequenti crisi della sua già malferma salute.


  • 10.1°C
    Feels like 10.1°C
    Clear

    Today:
    17°C / 9°C
    Tomorrow Tuesday Wednesday
    18° / 8° 18° / 9° 19° / 10°


    Data powered by

     
  • Iscriviti alla newsletter

    Inserisci il tuo indirizzo di posta elettronica per ricevere la nostra newsletter!
    Nome:
    E-mail:
    Lingua: